I luoghi di San Gimignano

Trascorrere un soggiorno a San Gimignano, in provincia di Siena (Toscana), vuol dire scegliere una località turistica molto apprezzata in virtù delle sue bellezze monumentali e non solo. La favorevole posizione geografica e il clima temperato ne fanno una meta di vacanza ideale in qualunque periodo dell’anno, ma l'afflusso di turisti generalmente si concentra nei mesi più caldi e soleggiati, come Giugno.

 

Perchè visitare San Gimignano?

L’architettura medievale e le torri

San Gimignano è rinomata per la sua riconoscibile architettura medievale, di grande impatto sui visitatori. Chiunque decida di visitare la città non può fare a meno di notare le torri, simbolo della potenza economica del passato. Attualmente se ne contano 13, tuttavia pare che nel Trecento fossero addirittura 72, una per ogni nucleo familiare benestante; la costruzione della torre, a quel tempo, dimostra il proprio potere economico e ancora oggi è possibile osservare come l’edificazione sia mutata nel corso dei secoli, assumendo caratteristiche differenti.

Le prime torri di San Gimignano erano contraddistinte da ambienti interni molto piccoli, in genere un metro per due con poche aperture e con uno spessore murario di circa due metri, tale da garantire il fresco in estate e il caldo in inverno. A partire dal XII secolo viene assunto, invece, come modello di riferimento quello pisano, con maggiori spazi interni e aperture più numerose.

I Monumenti

San Gimignano ospita nel suo centro storico opere monumentali e artistiche di grande valore, tra le quali ricordiamo:

  • la Collegiata di S. Maria Assunta costruita nel XII secolo che ospita all'interno affreschi del Trecento senese raffiguranti le Storie del Vecchio Testamento ad opera di Barna da Siena, Bartolo di Fredi e Taddeo di Bartolo e affreschi del Quattrocento fiorentino;

  • la Chiesa di S. Agostino, affrescata da Benozzo Bozzoli dove si trova anche una Incoronazione del Pollaiolo;

  • il palazzo del Podestà che conserva un affresco del Sodomia;

  • la Piazza della Cisterna a pianta triangolare e con pavimento in cotto, con al centro un bel pozzo.

 

La ricca tradizione enogastronomica

San Gimignano riesce a conquistare i suoi visitatori anche e soprattutto prendendoli per la gola! Il paese vanta una ricca tradizione enogastronomica che include tra i suoi fiori all’occhiello: la Vernaccia di San Gimignano, un vino bianco prodotto in una ristretta zona della Toscana, apprezzato ed esportato in tutto il mondo; il noto zafferano purissimo di San Gimignano, coltivato con metodi naturali e che arricchisce gustosamente i piatti tipici della produzione locale. A ciò si aggiunge la lavorazione fatta a mano di insaccati di cinghiale e ottimi formaggi.

 

Eventi di Giugno a San Gimignano

Ferie delle Messi dei Cavalieri di Santa Fina (terzo fine settimana di giugno)

È una manifestazione storica che si svolge nelle vie e nelle piazze del centro di San Gimignano per celebrare la ricorrenza della mietitura e del raccolto. Gruppi itineranti in costume, provenienti da più parti della Toscana, passeggiano per le strade dando vita ad una fedele ricostruzione della vita quotidiana medievale. Per l’occasione viene allestito un grande mercato con bancarelle d'epoca ed artigiani al lavoro intenti a fabbricare gli oggetti tradizionali del luogo, in legno, pietra, oro, ceramica e stoffa. Spettacoli di cantastorie, musici, saltimbanchi, teatranti, maghi e chiromanti fanno da cornice all’evento, mentre nel corso della domenica si svolgono i due appuntamenti più attesi: il corteo storico con cavalieri e milizie e il torneo cavalleresco con in premio l’ambita Spada d’Oro.